martedì 23 febbraio 2016

Guanti spirale Twigg


I guanti sono stati lavorati con il 6 1/2
A = verde
B = beige
Ho montato 20 maglie "doppie", nel senso che ho utilizzato entrambi i fili contemporaneamente, quindi le venti maglie montate in realtà sono 40, nel montare le maglie fate attenzione a come tenete i colori in modo che il bordo venga regolare.

10 ferri a coste, *2d A, 2r B*
Lavora il motivo per tre volte e mezzo
6 ferri a coste, *2d A, 2r B*

Quindi chiudere il lavoro, cucire lungo i bordi da entrambi i lati lasciando il buco per il pollice, utilizzando per ogni lato il colore predominante.



Motivo :
1' ferro A x i dritti, B x i rovesci : viv *1 dr, 2 rov, 1dr* viv
2' ferro B x i dritti, A x i rovesci : viv *2 rov, 2 dr* viv
3' ferro A x i dritti, B x i rovesci : viv *1 rov, 2 dr, 1 rov* viv
4' ferro B x i dritti, A x i rovesci : viv *2 dr,2 rov* viv



domenica 31 gennaio 2016

Cappello con orecchie

Lavorato con il 6 in piano
Campione : 15 maglie lavorate a maglia rasata corrispondono a circa 10 cm
Per una circonferenza di 45 cm ho montato morbidamente 70 maglie
Ho lavorato a punto legaccio per 8 ferri
Poi ho continuato a maglia rasata fino a raggiungere una lunghezza totale dal bordo di 9 cm.
Cominciare quindi le diminuzioni:
1 ferro a dr : *8 dr, 2 ins* per sette volte
2 ferro : rov
3 ferro a dr : *7 dr, 2 ins* per sette volte
4 ferro : rov
5 ferro a dr : *6 dr, 2 ins* per sette volte
6 ferri : rov
7 ferro a dr : *6 dr, 2 ins* per sette volte
8 ferro : rov
9 ferro a dr : *5 dr, 2 ins* per sette volte
10 ferro a rov *2 ins a rov, 4 rov* per sette volte
11 ferro a dr : *3 dr, 2 ins* per sette volte
12 ferro a rov *2 ins a rov, 4 rov* per sette volte
13 ferro a dr : *1 dr, 2 ins* per sette volte
14 ferro a rov : *2 i s a rov* per sette volte
Inserisci il filo nelle sette maglie rimaste sul ferro e utilizza il filo per cucire il cappello.



Per le orecchie
Montare 12 maglie
Lavorare sei ferri a dritto
7' ferro : dim una maglia per lato dopo la prima e prima dell'ultima maglia. (10 maglie)
8' ferro : rov
9' ferro : dim una maglia per lato dopo la prima e prima dell'ultima maglia. (8 maglie)
10' ferro : rov
11' ferro : dim una maglia per lato dopo la prima e prima dell'ultima maglia. (6 maglie)
12' ferro : rov
13' ferro : dim una maglia per lato dopo la prima e prima dell'ultima maglia. (4 maglie)



Col le quattro maglie rimaste fare il cordoncino utilizzando la tecnica dell'i-cord, raggiunta la lunghezza desiderata chiudere le quattro maglie.

Lavorare un altro triangolo nello stesso modo, quindi attaccarli ai due lati del cappello.

La tecnica dell'i-cord è molto più semplice a farsi che a spiegarsi, su you tube ci sono molteplici video.
Consiste nel lavorare un cordoncino utilizzando la tecnica del lavoro tubolare (*1dr, passo a rov con il filo davanti* 1 rov) su un ferro a due punte

sabato 23 gennaio 2016

Spirale Twigg

Campione : con i ferri nr 7, 22 maglie (11 x lato) corrispondono a circa 10 cm
Il motivo si lavora con un nr di maglie multiplo di quattro per lato.

Consiglio di montare le maglie con un ferro di una misura più grande, la lavorazione tende a cedere un po' quindi conviene sempre fare un campione prima di iniziare il lavoro.

Il motivo è abbastanza semplice. Si sviluppa su quattro ferri ripetuti fino a lunghezza desiderata.
Bisogna comunque prestare una certa attenzione nello scambio dei colori sul fronte e retro del lavoro, la particolarità sta nel fatto che il lavoro presenterà due lati con lo stesso motivo ma uno il negativo dell'altro.

Il lavoro è lavorato in piano e cucito da un lato con il filo A e dall’altro con il filo B quando si è raggiunta la lunghezza desiderata.

Per una circonferenza di circa 50 cm monta 54 maglie "doppie" più una per lato di vivagno.
Per avere una costa regolare e con una disposizione di colori costanti bisogna avere l accortezza di mantenere il colore dei fili sempre nello stesso ordine.


A = verde
B = beige

La prima (e ultima) maglia A e la prima (e ultima) maglia B si lavorano insieme (vivagno)

Motivo :
1' ferro A x i dritti, B x i rovesci : viv *1 dr, 2 rov, 1dr* viv
2' ferro B x i dritti, A x i rovesci : viv *2 rov, 2 dr* viv
3' ferro A x i dritti, B x i rovesci : viv *1 rov, 2 dr, 1 rov* viv
4' ferro B x i dritti, A x i rovesci : viv *2 dr,2 rov* viv

domenica 17 gennaio 2016

Fascia

Con l'ultimissimo avanzo del filato usato per la prima Coda di Drago e per la sciarpa ad anello mi sono fatta una fascia.
Dato che non aveva senso utilizzare il punto usato per la sciarpa ad anello in quanto troppo traforato ho optato per un banalissimo punto basso lavorato in tondo

Sciarpa ad anello

Ecco una sciarpa davvero veloce, facile, e d'effetto.

Io ho utilizzato una filato piuttosto grosso e quindi un uncinetto nr 10

La mia sciarpa ha lunghezza totale di circa un metro, quindi l'anello ha una lunghezza di 50 cm

Ho fatto 90 catenelle e chiuso il cerchio.
1°giro : 2 cat (=1maglia alta), 1 cat, 1m.a. *salta due cat, 1m.a., 1cat, 1m.a.*
2°giro e successivi : le maglie alte si lavorano nello spazio tra le due maglie alte del giro precedente.

Il Magico Mondo del Top Down

Quest'anno mi sono iscritta a più gruppi su facebook, tutti riguardanti maglia o uncinetto.
Non sono un utente molto attivo, mi sono iscritta per poter trarre spunto e conoscere nuove tecniche, e nel caso poter chiedere aiuti o consigli a "chi parla la mia stessa lingua".
Tra gli altri mi sono iscritta a un gruppo che si chiama "Top Down".
E mi si è aperto un mondo.
Non mi era mai passato per la mente che si potesse costruire una maglia partendo dal collo.
E invece non solo è più semplice del previsto, ma è un metodo che ti permette di provare il capo mano a mano che questo viene lavorato...
Per poter utilizzare questa tecnica è indispensabile saper lavorare in tondo, utilizzare il gioco di ferri o i ferri con il cavo è indifferente.
Io se utilizzo il gioco di ferri lavoro utilizzando il metodo inglese, invece se utilizzo i ferri con il cavetto utilizzo il metodo continentale (che è più semplice a farsi che a dirsi).
Personalmente ora se devo lavorare in tondo uso sempre i ferri con il cavetto per evitare problemi di tensione tra un ferro e l'altro.

venerdì 15 maggio 2015

Coda di Drago # 2

Dopo l'estrema soddisfazione che mi ha dato creare e soprattutto indossare la coda di drago in lana ora l'ho fatta anche in cotone.
Ho usato un cotone comprato millemila anni fa, e mica per dire...mi ci ero fatta un maglione vent'anni fa
Ribaltando l'armadio l'anno scorso ho ritrovato il maglioncino e mi si sono presentati due scenari :
 - buttarlo
 - reciclarlo
ovviamente ho scelto la seconda...e con l'aiuto della mamma l'abbiamo disfato (a dire il vero il disfo l'ha fatto praticamente da sola), fatte le matasse le ho bagnate e messe ad asciugare con dei pesi, in un paio di giorni avevo i miei bei gomitoli nuovi!
E nel giro di una settimana avevo la mia nuova e stupenda Coda di Drago!